Mentre l'economia globale si riprende dalla recessione indotta dalla pandemia, gli investitori immobiliari guardano al 2021 e oltre come un periodo di forte crescita e cambiamento. Cresce la domanda di refurbishment con requisiti ben precisi per distinguersi sul mercato, cosa che rende di fatto i progetti di ristrutturazione degli uffici più costosi.

Il CBRE Investor Refurbishment Cost Guide offre un'analisi completa delle variabili di costo di diversi livelli di refurbishment di spazi uffici in 15 tra le principali città europee (Amsterdam, Berlino, Copenaghen, Dusseldorf, Dublino, Francoforte, Amburgo, Helsinki, Londra, Madrid, Milano, Monaco, Oslo, Parigi, Stoccolma). Uno strumento molto utile per gli investitori in cerca di opportunità di investimento cross border.

Le ristrutturazioni rappresentano la chiave fondamentale nella strategia di investitori che vogliono attirare i tenant, potenziare il valore degli asset e garantirsi un rendimento più elevato.

Spazi flessibili, amenities, benessere, e sicurezza: sono questi gli elementi più ricercati dai tenant. Gli investitori devono quindi puntare a raggiungere un equilibrio tra costo e rendimento e tenere conto delle gravi carenze di materiali che stanno provocando aumenti dei prezzi in tutta Europa, con caratteristiche specifiche in ciascun mercato.

I principali trend nel mercato Europeo

Nel 75% delle città analizzate, il fattore dominante nel determinare il costo dei progetti è la richiesta di refurbishment con caratteristiche ben precise e più specifiche rispetto al passato: accade per esempio a Londra e a Madrid, città in cui l’ottenimento di queste caratteristiche come elementi distintivi nelle location più competitive è il fattore che incide maggiormente sui costi.

In altre città, come Dublino, la domanda di materie prime ha fatto lievitare i costi di ristrutturazione. Il Covid-19 ha infatti interrotto la produzione e la distribuzione di materiali da costruzione, causando carenze, ritardi e aumenti dei prezzi.

Anche la carenza di manodopera qualificata è un fenomeno ampiamente riscontrato in tutta Europa: nelle città di Helsinki, Oslo, e Stoccolma il costo e la disponibilità del lavoro sono particolarmente problematici, soprattutto in combinazione con l'alto costo della vita.

A Milano, invece, nei progetti di ristrutturazione in centro i costi aumentano del 20-30% a causa delle restrizioni logistiche locali. A influire è anche la grande presenza di edifici storici, che causano significativi aumenti dei costi, insieme all’impossibilità di raggiungere logisticamente asset locati in vicoli o stradine del centro storico.

SCARICA IL REPORT