Una rivoluzione copernicana. Con l’astronomo polacco è cambiato tutto: non più la Terra al centro del sistema solare, ma il Sole, attorno al quale ruotano i pianeti. Lo stesso, nel suo piccolo, ha fatto CBRE: prima viene il cliente con le sue esigenze, poi il prodotto e non viceversa. L’approccio tradizionale, infatti, vedeva l’azienda cercare di migliorare la qualità concentrandosi solo sui propri processi produttivi con risultati non sempre soddisfacenti sotto il profilo dell’efficienza.

Nell’approccio “Client Care”, invece, prima viene il rapporto con il cliente, che va innovato e rinnovato; poi – in un secondo tempo - il prodotto, la cura delle unità di business, il servizio offerto, la localizzazione geografica dei propri uffici e il grado di soddisfazione dei propri manager.


"NELL’APPROCCIO “CLIENT CARE”, ADOTTATO NEGLI ULTIMI MESI DA CBRE, PRIMA VIENE IL RAPPORTO CON IL CLIENTE, CHE VA INNOVATO E RINNOVATO; POI – IN UN SECONDO TEMPO - IL PRODOTTO."

Questa svolta, adottata negli ultimi mesi da CBRE, introduce così un grande elemento di differenziazione e miglioramento rispetto al passato: un cambio di filosofia, messo in pratica da una nuova unità di business che mette il cliente al centro di ogni iniziativa, spostando in questo modo l’attenzione della struttura aziendale.

Condividere per vincere


Un team multidisciplinare. E’ questo il segreto per mettere in pratica la cosiddetta “Client Centricity”, ovvero la messa al centro delle esigenze del cliente nel sistema solare aziendale. Una squadra pianificata con cura e dedicata consente infatti di instaurare una collaborazione efficace, che fa leva sui nostri punti di forza e sulla condivisione delle strategie per affrontare le sfide del mercato con un approccio il più possibile “face to face”. Questo approccio, che rappresenta l’elemento essenziale della nuova strategia di riposizionamento di CBRE sul mercato, ci consente così di muoverci in perfetta sintonia con il cliente. 



"CBRE METTE A DISPOSIZIONE DEL CLIENTE UNA SQUADRA PIANIFICATA CON CURA CHE CONSENTE DI INSTAURARE UNA COLLABORAZIONE EFFICACE, FACENDO LEVA SUI NOSTRI PUNTI DI FORZA E SULLA CONDIVISIONE DELLE STRATEGIE."

Negli Stati Uniti e in Gran Bretagna la “Client Centricity” ha già dato i propri frutti. Per esempio ha favorito lo sviluppo e il rafforzamento delle relazioni di lungo periodo, consentendoci di fornire un servizio migliore, molto più in linea con le esigenze del mercato. Anche l’Italia, ovviamente, è diventata parte strategica ed integrante di questo modello globale, teso al miglioramento continuo del rapporto a lungo termine con i propri clienti.

Il cliente? Un compagno di squadra


La chiave del successo è fare squadra. Non si tratta soltanto di essere al fianco del cliente, ma di cercare un’integrazione con lui.
Ciò significa comprendere fino in fondo le sue esigenze, sostenerlo nelle diverse situazioni e, soprattutto, sviluppare soluzioni strategiche all’altezza delle nuove sfide di mercato.
Attraverso questo nuovo approccio offriamo così ai nostri interlocutori un canale innovativo e alternativo di comunicazione, che porti nuove idee e garantisca sinergie. In quest’ottica, si creano gruppi di lavoro dedicati e multidisciplinari: grazie alle diverse competenze presenti in azienda riusciamo così ad accompagnare il cliente nelle quotidiane sfide del business mettendo le nostre competenze al suo servizio.


Monitorare per migliorare


Migliorarsi sempre. Anche per questo CBRE non solo offre una consulenza all’altezza delle richieste del cliente, ma intende “coltivare”, misurare e testare costantemente la fiducia nei propri confronti, ritenendola un elemento essenziale per sviluppare un rapporto vicendevolmente proficuo e di lungo periodo.


"CBRE NON SOLO OFFRE UNA CONSULENZA ALL’ALTEZZA DELLE RICHIESTE, MA INTENDE “COLTIVARE”, MISURARE E TESTARE COSTANTEMENTE LA FIDUCIA NEI PROPRI CONFRONTI."

Il processo attraverso cui agiamo è ciclico e si basa su un accurato monitoraggio del cliente: cerchiamo di capire la sua situazione attuale e le sue esigenze specifiche. In questo modo riusciamo così ad anticipare le eventuali necessità individuando nuove aree di sviluppo. 
L’obiettivo? Raggiungere insieme l’eccellenza, che diventa l'obiettivo principale con il cliente elemento centrale dell’intero processo.

Articoli Correlati

Student Housing, Secondary Cities e nuove forme di residenzialità

Student Housing, Secondary Cities e nuove forme di residenzialità

Cresce il numero di studenti in Italia e di conseguenza anche la domanda. Dove dovrebbe concentrarsi l'interesse degli investitori? E quali sono i trend?
Italian distressed loans market

Italian distressed loans market

Il punto sul primo semestre 2019 e l'outlook per la seconda parte dell'anno.
Workplace Evolution: l’evoluzione dello spazio di lavoro nell’era della digitalizzazione.

Workplace Evolution: l’evoluzione dello spazio di lavoro nell’era della digitalizzazione.

Come si sta evolvendo lo spazio di lavoro nell’era della digitalizzazione?