CBRE si impegna ad adempiere al proprio ruolo di impresa socialmente responsabile sostenendo e aiutando a crescere le comunità in cui vivono e lavorano i nostri dipendenti, nonché le comunità più bisognose.

Nel 2011, CBRE ha avviato un'iniziativa per potenziare l’assistenza alle comunità più povere nel Regno Unito e in tutta l’area EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa) in un’ottica di cooperazione internazionale. Questa nuova politica di sostegno nell'area EMEA è supportata dal programma “Building a Better Future”.  

“Building a Better Future”: un futuro migliore per i bambini in Africa 

Nel 2014 abbiamo stretto una partnership con l’ente di beneficenza globale rivolta ai bambini in difficoltà, Plan International. Il nostro primo progetto con Plan International è stato in Sierra Leone, uno dei paesi più poveri al mondo. Il progetto ha avuto l’obiettivo di fornire alle ragazze un'istruzione adeguata alle ragazze per aiutarle a sfuggire agli abusi e ai matrimoni forzati. Grazie all’impegno dei team CBRE in tutta l'area EMEA, questo programma ha consentito di raccogliere oltre 1,2 milioni di euro restituendo speranza a un’intera generazione di bambini.

In particolare, i fondi di CBRE hanno portato allo sblocco di un'ulteriore sovvenzione da parte del governo britannico pari a 9 milioni di euro, che ha moltiplicato sensibilmente la rilevanza del nostro progetto. Questo ha permesso a CBRE e Plan International di assicurare un’istruzione adeguata a 21.060 giovani donne tra le più diseredate della Sierra Leone e migliorare le condizioni di vita di altri 135.000 bambini prima, durante e dopo la crisi dovuta all’epidemia di Ebola. 

Sebbene l’iniziativa di fundraising per la Sierra Leone sia ora giunta al termine, CBRE EMEA continua a lavorare con 485 di queste donne per aiutarle a diventare insegnanti qualificate. Consultate il nostro rapporto sull’impatto in Sierra Leone per saperne di più. 

Creating Safer Cities: città più sicure

 

Nel 2017 CBRE annuncia il lancio di un nuovo progetto biennale con Plan International: Creating Safer Cities. 

Ogni anno, oltre 20 milioni di ragazze si trasferiscono in città per trovare lavoro e, in alcuni casi, sfuggire agli abusi e ai matrimoni precoci che spesso si verificano nelle comunità rurali. Tuttavia, in molti casi le città sono luoghi altrettanto pericolosi per le ragazze. Anziché l’accesso a nuove opportunità, per migliaia di ragazze, la vita in città significa intimidazioni quotidiane e violenze, soprattutto nei luoghi pubblici e sui mezzi di trasporto.

Il programma Creating Safer Cities di Plan International mira a rendere le città luoghi più sicuri per le donne e le ragazze, trasformandole in luoghi di inclusione, tolleranza e opportunità per tutti. L’iniziativa sta già avendo un grande successo in diverse località, come Cairo, Kampala, Hanoi, Lima e Delhi. Grazie al vostro aiuto CBRE introdurrà questo programma rivoluzionario anche a Nairobi in Kenya. 

Guardate il nostro breve video per saperne di più sul progetto "Creating Safer Cities". 


 

"È per noi motivo di grande soddisfazione estendere la nostra partnership a livello EMEA, con Plan International, per supportare il programma Creating Safer Cities. Il programma contribuisce in misura rilevante al nostro impegno complessivo per un’impresa socialmente responsabile”.

Martin Samworth, CEO, CBRE EMEA

 

Programmi d'emergenza in caso di calamità 

 

CBRE ha alle spalle una lunga esperienza per quanto riguarda l’aiuto ai più bisognosi al verificarsi di catastrofi naturali e umanitarie. Il nostro fondo per le attività di soccorso in caso di calamità nell’area EMEA è finalizzato alle donazioni in denaro, in parallelo con i contributi dei dipendenti alle nostre politiche di responsabilità sociale. Dal 2011, la Global Disaster Relief Foundation di CBRE e i fondi destinati alle attività di soccorso in caso di calamità nell’area EMEA di CBRE, unitamente alle donazioni dei dipendenti nell’ambito delle nostre iniziative, hanno consentito di devolvere oltre 500.000 Euro.